Godiasco Salice Terme
Il Comune
Godiasco Salice Terme
Dista circa 43 Km da Pavia

Link per Approfondire
La Storia
Il nome ci riporta ai tempi prelatini, di cui fonti accreditate e ritrovamenti archeologici confermano del popolamento da parte dei liguri di tutta la valle Staffora; il suffisso" asco", infatti, è comunemente ritenuto di origine ligure. La posizione dell' abitato, situato sulla "Via del Sale" che collegava la Liguria e la Lombardia favorendone gli scambi commerciali, è un’ulteriore conferma dell’antico legame con le popolazioni liguri. Il più antico documento che ricorda Godiasco Salice Terme è un diploma del 1164 dell'imperatore Federico I col quale investiva della terra di Godiasco Salice Terme il marchese Obizzo Malaspina e, salvo qualche breve interruzione, questa signoria su Godiasco Salice Terme è durata fino al 1753 con Giuseppe Antonio Malaspina. Nel castello, ora quasi del tutto scomparso, venne ospitato nel 1512 il cardinale Giovanni De' Medici che fu poi papa Leone X quando, fuggito da Ravenna, venne fatto prigioniero dai francesi e liberato nel traghettare il Po tra Cairo e Pieve del Cairo da Rinaldo Zozzo e da Ottaviano Isimbardi il 7 luglio dello stesso anno; Barnabò Malaspina allora signore di Godiasco che aveva favorito la fuga e ospitato il cardinale De' Medici, fu, per ordine del duca di Milano Massimiliano Sforza, tradotto in Voghera la vigilia di S. Matteo e pubblicamente squartato vivo. Anche il cardinale Alberoni fuggito dalla Spagna nel dicembre del 1719 e costretto a nascondersi, trovò rifugio nel castello di Godiasco Salice Terme dimorandovi protetto finchè potè raggiungere la nativa Piacenza. A pochi chilometri prima vi è la frazione Salice Terme località termale che in epoca romana veniva indicata con il nome di "locum salis", poi diventato Sales, ad indicare la presenza di una fonte da cui sgorga acqua termale salsobromoiodica, che è tuttora viva ed attiva, e che originava delle efflorescenze saline rossastre sul terreno. Le prime notizie del centro termale risalgono al 1153, quando venne confermata all'abbazia di San Marziano di Tortona la chiesa di S. Bartolomeo, il castello di Monte Alfeo con la chiesa di S. Maria e la piccola chiesa di Sarzi, risalente all'anno Mille.
Contattaci
2423

Visualizzazioni
Informazioni
Luoghi da Visitare
  • • Chiesa di S. Siro (Godiasco)
  • • Terme (Salice)
Dove Siamo
Ottieni indicazioni
Siamo sugli itinerari
La Storia
Il nome ci riporta ai tempi prelatini, di cui fonti accreditate e ritrovamenti archeologici confermano del popolamento da parte dei liguri di tutta la valle Staffora; il suffisso" asco", infatti, è comunemente ritenuto di origine ligure. La posizione dell' abitato, situato sulla "Via del Sale" che collegava la Liguria e la Lombardia favorendone gli scambi commerciali, è un’ulteriore conferma dell’antico legame con le popolazioni liguri. Il più antico documento che ricorda Godiasco Salice Terme è un diploma del 1164 dell'imperatore Federico I col quale investiva della terra di Godiasco Salice Terme il marchese Obizzo Malaspina e, salvo qualche breve interruzione, questa signoria su Godiasco Salice Terme è durata fino al 1753 con Giuseppe Antonio Malaspina. Nel castello, ora quasi del tutto scomparso, venne ospitato nel 1512 il cardinale Giovanni De' Medici che fu poi papa Leone X quando, fuggito da Ravenna, venne fatto prigioniero dai francesi e liberato nel traghettare il Po tra Cairo e Pieve del Cairo da Rinaldo Zozzo e da Ottaviano Isimbardi il 7 luglio dello stesso anno; Barnabò Malaspina allora signore di Godiasco che aveva favorito la fuga e ospitato il cardinale De' Medici, fu, per ordine del duca di Milano Massimiliano Sforza, tradotto in Voghera la vigilia di S. Matteo e pubblicamente squartato vivo. Anche il cardinale Alberoni fuggito dalla Spagna nel dicembre del 1719 e costretto a nascondersi, trovò rifugio nel castello di Godiasco Salice Terme dimorandovi protetto finchè potè raggiungere la nativa Piacenza. A pochi chilometri prima vi è la frazione Salice Terme località termale che in epoca romana veniva indicata con il nome di "locum salis", poi diventato Sales, ad indicare la presenza di una fonte da cui sgorga acqua termale salsobromoiodica, che è tuttora viva ed attiva, e che originava delle efflorescenze saline rossastre sul terreno. Le prime notizie del centro termale risalgono al 1153, quando venne confermata all'abbazia di San Marziano di Tortona la chiesa di S. Bartolomeo, il castello di Monte Alfeo con la chiesa di S. Maria e la piccola chiesa di Sarzi, risalente all'anno Mille.
Musicisti per i cani
CONCERTO BENEFICO ORGANIZZATO DALLA PARROCCHIA DEL BLUES , MUSICISTI COME CHIARA GIACOBBE, Dado Bargioni, Eleonora Bonzano

per info: 3336030007

A: Salice Terme - Parco
Dal 09/07/2017 19:00 Al 09/07/2017 23:00
Concorso fotografico nazionale
ILFotoclub ImmaginIria presenta il concorso fotografico nazionale MEMORIAL MASSIMO SALA a tema : OLTREPO PAVESE, SCORCI E GENTI DEL TERRITORIO aperto a tutti gli appassionati di fotografia.

info: immaginiria@libero.it regolamento e scheda iscrizione su:www.comune.godiascosaliceterme.pv.it

A: Godiasco
Dal 03/07/2017 21:00 Al 22/10/2017 23:59
Ciao sono il comune di Godiasco Salice Terme, vieni a vedere il mio primo post sul sito Paviatourism.com
Compila il modulo
capcha
ACQUISTA LA PAVIACARD