Zavattarello
Il Comune
Zavattarello
Dista circa 50 Km da Pavia

Link per Approfondire
La Storia
Fu feudo dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio e dopo la formazione della Contea vescovile di Bobbio divenne un feudo personale del Vescovo che vi costruì il castello. Nel 1390 il vescovo lo cedette a Jacopo Dal Verme insieme al feudo. Nel 1743, Entrò a far parte della Provincia di Bobbio e nel 1801 il territorio passò sotto il dominio della Francia di Napoleone e vi rimase fino al 1814. Nel 1848 passò al Piemonte, nel 1859 passò ala nuova provincia di Pavia e quindi della Lombardia. Nel 1923 passò alla provincia di Piacenza e poi ritornò nel 1926 alla provincia di Pavia. Zavattarello deve il suo nome all'attività che fu prevalente nel borgo per secoli, quella dei ciabattini: il volgare “savattarellum” indica proprio letteralmente “il luogo dove si confezionano le ciabatte (savatte)”. Ancora oggi, nel dialetto locale, il paese è chiamato “Savataré”..
1790

Visualizzazioni
Informazioni
Luoghi da Visitare
  • • Castello Dal Verme
Dove Siamo
Ottieni indicazioni
Siamo sugli itinerari
La Storia
Fu feudo dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio e dopo la formazione della Contea vescovile di Bobbio divenne un feudo personale del Vescovo che vi costruì il castello. Nel 1390 il vescovo lo cedette a Jacopo Dal Verme insieme al feudo. Nel 1743, Entrò a far parte della Provincia di Bobbio e nel 1801 il territorio passò sotto il dominio della Francia di Napoleone e vi rimase fino al 1814. Nel 1848 passò al Piemonte, nel 1859 passò ala nuova provincia di Pavia e quindi della Lombardia. Nel 1923 passò alla provincia di Piacenza e poi ritornò nel 1926 alla provincia di Pavia. Zavattarello deve il suo nome all'attività che fu prevalente nel borgo per secoli, quella dei ciabattini: il volgare “savattarellum” indica proprio letteralmente “il luogo dove si confezionano le ciabatte (savatte)”. Ancora oggi, nel dialetto locale, il paese è chiamato “Savataré”..
ACQUISTA LA PAVIACARD