Appennino Pavese e Cicloturismo (Views 485)

Interessante convegno ieri, 1 Luglio, a Pian del Poggio, per presentare "Appennino bike Tour", in partenza il prossimo 15 Luglio da Altare e che attraverserà tutta l'Italia, per 2.600 Km fino ad Alia, in provincia di Palermo. Un'esperienza per tutti, racconta Enrico della Torre, entusiasta Direttore di Vivi Appennino, da fare in sella a bici con pedalata assistita e supportati da ammiraglie anch'esse ibride. E' un modo, secondo della Torre, per far rivivere i territori e farli conoscere a tutti.
Anche il territorio pavese sarà toccato da una tappa, la Ronco Scrivia - Brallo di Pregola.
Dal convegno, sapientemente mediato dal giornalista Giorgio Boatti emergono le tante iniziative che stanno nascendo nelle aree pavesi intorno al cicloturismo: dalla bella esperienza del Pian del Poggio Bike Park che ha trasformato un impianto di risalita e le piste da sci ormai destinati all'abbandono in un originale parco dove attraverso 3-4 piste è possibile sperimentare l'emozione della discesa in mountain bike, alle iniziative del comune di Romagnese di accoglienza dei ciclisti e delle loro famiglie, attraverso la realizzazione di attrazioni per grandi e piccoli e coinvolgendo tutte le realtà commerciali, con l'augurio che la montagna pavese possa diventare un grande comprensorio per cicloturisti.
Interessante anche l'esperienza della Comunità Montana della Val Trompia che ha potenziato i percorsi ciclabili differenziando l'offerta per Road bike, adatte a tutti, MTB/Enduro adatte a sportivi e All Bike, percorsi ciclabili protetti e riservati.
Molti e interessanti gli interventi che si sono susseguiti, soprattutto intorno all'ambiente ed alla sua tutela. Argomenti specificati e approfonditi dai funzionari della Provincia di Pavia che hanno parlato della candidatura europea delle aree del Monte Lesima e di Pietra Corva adi aree di rilevanza comunitaria, un modo per valorizzare ancor più il nostro territorio e combattere lo spopolamento di queste aree.
Ha chiuso l'incontro Massimiliano Vavassori del Touring Club Italiano, che ha sottolineato come il turismo sostenibile nasce dal connubio tra quattro elementi fondamentali: Il turista, gli operatori privati, gli operatori pubblici e la comunità locale.
Anche noi di PaviaTourism ci auguriamo che
Pian del Poggio è toccato anche dai nostri itinerari PER BORGHI E SALISCENDI e IL GIRO DELLA PROVINCIA dove è possibile trovare anche luoghi di accoglienza e ristorazione, oltre che acquisto di prodotti locali.

Gallery

Share

Commenti

Sponsorizzazione
Sponsorizzazione
Tutte le notizie

PaviaTourism & Partner all'Autunno Pavese

Si è conclusa lunedì 26 Settembre la manifestazione enogastronomica più importante della provinci...
Leggi Tutto

Ma Paviatourism ... cosa è?

Da un po’ di mesi a questa parte, ogni primo venerdì del mese PaviaTourism® racconta qualcosa de...
Leggi Tutto

Pavia, l’unione fa la forza

Non ci sono segreti reconditi ma tanto lavoro da fare. È da questa consapevolezza che bisogna parti...
Leggi Tutto

Con Trait d'Union per superare i confini

Nell’ambito della partnership tra Trait d'Union e Beacon srl, società leader nella internazionali...
Leggi Tutto